Pittura Digitale by Raymond Swanland

EGOBlog

Raymond Swanland è un illustratore.
Swanland faceva parte del gruppo che ha fatto opere d’arte per il 2010 artbook Star Wars Art: Visions . La sua arte è stata nominata Ombre di Tatooine.

Per la rivista IMAGINEFX ha fatto questo tutorial….uno step dopo l’ altro fino alla sua creazione…

Buona lettura 😛

EGOBlog

01 L’ispirazione e il concetto
Quando mi è stato chiesto di dipingere il mio introito su Medusa, una immagine abbastanza chiara apparve nella mia mente subito.

Mentre ho familiarità con molte delle rappresentazioni precedenti libri e film, sapevo che volevo creare qualcosa di più spettrale e alieno.

Mentre lei era maledetta per custodire la sua tana sotterranea, l’ho immaginata come una di quelle creature cavernicoli che non vedono mai la luce del giorno e si sviluppano gradualmente a perdere tutta la loro pigmentazione.
Un antico guardiano albino potrebbe essere bella come porcellana e come spaventoso come un fantasma.

EGOBlog  EGOBlog

02 in bianco e nero
Anche se spesso mi metto subito in con il colore, la natura spettrale di questo pezzo mi ha permesso di lavorare in semplice bianco e nero. Invece di schizzo ogni brano un disegno al tratto, mi sono tuffato nel riprendere da dove la luce illumina forma di Medusa quando esce dai recessi oscuri della sua casa.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

03 strati di separazione
Separo l’immagine in livelli grafici. Classificando i livelli dal più scuro in primo piano al più chiaro in background, ho un senso per la grafica di lettura e il modo in cui lo spazio positivo e negativo è bilanciato. Questo crea un ambiente simile a nebbia, che conferma il peso fisico di Medusa è corretta.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

04 Aggiunta di colori
Con gli strati separati, ora è facile cadere in qualche separazione di colore tra i materiali. A causa del mio prendere su Medusa come un cavernicolo albino, la colorazione è di osso sbiancato e porcellana squallido.
Lo sfondo è un blu-verde complementare a contrastare con il suo calore sottile. Terrò i colori desaturati abbastanza per il momento, perché voglio dipingere i dettagli nel colore del materiale previsto, prima di stratificazione in un colore più forte per l’umore.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

05 Dettagli focali
Come con la maggior parte delle creature e personaggi, l’attenzione di tutta la progettazione e la composizione del pezzo è il volto, e questo è particolarmente vero per Medusa.
In ultima analisi, questo è dove io dipingo la maggior quantità di dettagli, in modo da attirare l’occhio e connettersi con lo spettatore.
Mentre mi allontano dalla faccia, il dettaglio diventa più sciolto e più impressionista di dare un senso di movimento e di vita, senza nulla togliere al personaggio.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

06 Physique Killer
Anche se una volta era bello e grazioso, Medusa è diventata una indurito, assassino spietato, e il suo fisico che riflette.

Tengo le sue proporzioni femminili, ma perfezionare i dettagli muscolari, in particolare nel suo braccio, per evidenziare la forza e la tensione del suo carattere.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

07 blindata
Parte del mio introito su Medusa era di allontanarsi dal fare suo un serpente letterale con scale semplici, e per portare un senso di arte per i suoi dettagli strutturali.

Con il suo lungo corpo serpentino, io l’ho coperto con piatti segmentati che fanno parte del suo corpo, ma anche pezzi di armatura finemente scolpito.
Quando gli Dei cambiati Medusa nella sua forma maledetta, hanno costruito il suo destino nella sua stessa pelle dandole l’armatura organica di un guerriero.
Per fare questo, creo una ben reso segmento del carapace, e ripeto per formare la struttura.

Io uso il Transform e Fluidifica strumenti su ogni segmento per renderla il corretto orientamento e la prospettiva.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

08 modelli biomeccanici
Le armature, come i segmenti del corpo di Medusa portano nel design dei serpenti sulla testa pure.

Questo aspetto biomeccanico dei serpenti le dà una sensazione quasi aliena o futuristica che passi veramente fuori dal tempo e nella fantasia.

Questo processo di ripetere un singolo segmento in tutta la lunghezza di ogni corpo di serpente è ancora più fortemente dipendente dal strumento fluidifica.
Abbondanza di finessing sottile gradualmente massaggi i segmenti in forme piacevolmente arrotondate. Ombreggiatura con la Dodge e strumenti di masterizzazione fa il resto.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

09 sovrapposizioni grafiche
Lo sguardo di Medusa è una delle sue caratteristiche più leggendari, e lo sottolineo con aloni traslucide e che emettono energia dai suoi occhi.
L’effetto è dipinto in un paio di strati sovrapposti luce dura che a poco a poco costruire un senso di luminosità elettrica.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

10 Design funzionale
In questa fase, è il momento di inchiodare il resto dei disegni nell’immagine, in particolare le armi.

Anche se io originariamente dipinto il suo arco a tracolla sulla schiena con la corda avvolta intorno al suo petto, lei non sarebbe effettivamente in grado di rimuoverlo sopra i serpenti sulla testa o la coda a meno che non fosse un-stringa – che sarebbe solo disegno sconsiderato.

Per ragioni di funzionalità, ho spostato la prua a mano e dato una faretra sidefacing di frecce che scattano in posizione per evitare che cada o si attorcigli con i serpenti.

Questo è un piccolo, ma importante esempio di pensare alla progettazione del carattere oltre il momento della pittura.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

11 colore atmosferica

Con molti dei dettagli in atto e la composizione complessiva leggermente riformulato, è il momento di sottolineare lo stato d’animo inquietante del covo di Medusa, spostando e saturando il colore generale in rettili verdi.

Lo faccio con un’immagine a livello di strato Overlay di verde, poi dipingo in aree leggermente più caldo in oro e rosso per portare fuori il corpo viso e la parte superiore.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

12 sovrapposizioni Texture

Sempre leggermente, mi cade dettagli di texture da http://texturez.com di tutti i diversi materiali all’interno del pezzo. Con il disegno di Medusa, gran parte della trama è già nei piatti ripetuti dei serpenti e la coda.
Tuttavia, mi calo in ancora più consistenza come strato Overlay impostato su una molto bassa opacità, tanto per rompere eventuali artefatti dei pennelli digitali e per dare un senso di tessitura per tutto il pezzo.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

13 di movimento e di scala dettagli

Come l’immagine si avvicina al completamento, è il momento di aggiungere piccoli accenni di dettagli che danno un senso di vita, di movimento e di scala per l’immagine finale.
Indicazioni di insetti volanti, brace che soffia e le volute di fumo compilare l’ambiente e ricordano l’occhio che stiamo guardando un semplice momento di una storia più grande.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

14 Ultimi ritocchi
Infine, è il momento di fare un passo indietro e aggiungere gli elementi di finitura. Io porto in accenti di blu-verde per i segmenti dei suoi serpenti, sia per completare la colorazione calda piuttosto monocromatici e per collegare lei con lo sfondo.
Inoltre, aggiungo un altro tocco di cultura con un tatuaggio la sua pelle con motivi tribali, che fornisce un senso della storia e selfadornment.
Medusa è sopravvissuto come simbolo di paura nei più profondi recessi della nostra psiche per millenni. E ‘un onore per fornire una interpretazione di un personaggio così antico e ancora così potente.
Sono sicuro che il suo sguardo mortale continuerà a guardare in profondità nella fantasia degli artisti per le generazioni a venire.

EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog  EGOBlog

Web Site: www.raymondswanland.com

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *